3-Sicurezza Viabilità e Territorio

Risposte concrete ai bisogni dei cittadini

Sicurezza e manutenzione programmata degli interventi per un adeguato sviluppo e pianificazione territoriale

SICUREZZA E AMBIENTE due esigenze, un unico bisogno assoluto dei cittadini, al quale dare risposte concrete con la massima priorità, un tema trasversale a tutta l’azione dell’Amministrazione.

  • Si vuole riattivare e implementare la VIDEOSORVEGLIANZA come presenza attiva e non solo visiva.
  • Avviare progetti di SICUREZZA STRADA LE come un SISTEMA DI CONTROLLO ACCESSI nei punti strategici della viabilità, che monitorizzi in tempo reale le targhe dei veicoli in transito, consentendo alle forze dell’ordine di registrare se un veicolo ha una regolare assicurazione, revisione o se lo stesso risulta rubato. Uno strumento indispensabile per assicurare il controllo del territorio, che si inserirà in un sistema sovracomunale, già attivo in vari paesi del varesotto, che ha consentito di sventare soprattutto furti in abitazioni, compiuti da ladri che si muovono su auto rubate per assicurarsi l’impunità.
  • Nell’ottica di migliorare gli standard di SICUREZZA PEDONALE si intende riqualificare ed integrare gli attraversamenti pedonali, sovente carenti, poco visibili, inserendo anche specifi ci dispositivi di segnalazione luminosa.

Pensiamo ad esempio all’attraversamento pedonale di via PIO XII all’intersezione con via Roma, ad un passaggio davanti alle Poste, via Garibaldi e Centro Molina. Si vogliono attivare interventi puntuali per la sistemazione delle criticità e il completamento dei percorsi pedonali con particolare attenzione alle persone con difficoltà motorie.

  • Riteniamo importante agevolare la mobilità ciclopedonale, molte delle attuali piste ciclabili sono fine a se stesse, vanno perciò implementate e collegate fra loro, lavorando ad esempio sul collegamento tra le vie Postcastello e Roma e il tratto tra Rovate e Carnago.
  • La sicurezza passa anche attraverso un progetto di ottimizzazione ed implementazione della RETE DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE, completando la sua conversione a LED su tutto il territorio. Intervento che interessa più di 400 punti luce pari ad 1/3 del totale, che oltre a produrre una positiva ricaduta ambientale, genererà un significativo risparmio della spesa energetica e della manutenzione. Tale risparmio autofinanzierà l’opera attraverso la riprogrammazione del progetto di gestione della pubblica illuminazione.

VIABILITÀ

  • Necessita una puntuale cura della sua segnaletica e manutenzione delle pavimentazioni. Riveste una particolare criticità l’asse stradale composto dalla via Postcastello e Garibaldi. Alle intersezioni con le vie Verdi, Roma e Pertini si registrano svariati incidenti, mentre il tratto urbano di via Garibaldi, interno al centro storico, per le sue ridotte dimensioni, rappresenta un imbuto per gli autoveicoli ed un pericolo per il transito di pedoni e bici.
  • Tutte e tre le intersezioni vanno riqualificate e sostituite ove geometricamente e tecnicamente possibile, con idonee rotatorie, da pianificare anche attraverso il confronto con la Provincia di Varese.
  • Analizzare i dati di viabilità ed incidentalità, per sviluppare un progetto condiviso e complessivo dell’intero asse stradale.
  • Attivare una ricerca virtuosa di risorse tra Comune e Provincia attraverso bandi Regionali ed Europei, ai quali, grazie alla progettazione preventiva, sarà possibile aderire senza incorrere nel rischio di non avere i tempi per parteciparvi.

In un Comune come il nostro non si può e non si deve pensare solo alle nuove opere, necessarie e belle, ma non sempre così prioritarie, per poi trascurare le necessità di tutti i giorni, piccoli interventi che con poco offrono un reale servizio di valore. Parliamo del parapetto rotto, i porta rifiuti, il rubinetto che manca, il gioco da sistemare...

Avvieremo una MANUTENZIONE PROGRAMMATA attiva del territorio e del patrimonio comunale attraverso contratti pluriennali dinamici (accordi quadro), che permettano un tempestivo intervento per le ordinarie manutenzioni e per quei piccoli lavori di cui la cittadinanza ed il territorio necessitano. Organizzare la manutenzione con consapevolezza è la base di partenza su cui costruire la programmazione di nuove infrastrutture e non il contrario.

  • I CIMITERI meritano un’attenzione maggiore e una cura dei loro spazi interni ed esterni, adeguata alla memoria che essi rappresentano.
  • Completare e adeguare l’AREA FESTE, rispetto alle necessità delle pubbliche manifestazioni, quale polo ricreativo, attivo non solo durante lo svolgimento degli eventi estivi.
  • Rivalutare la piazza FALCONE e BORSELLINO, riattivando un confronto con la proprietà di una parte della stessa, consapevoli che, a causa delle scelte poco appropriate del passato, ci possano essere delle difficoltà, ma con la convinzione di non dare per persi i soldi dei cittadini spesi per la sua realizzazione. Porremo particolare attenzione anche ai disagi che sono causati dal non utilizzo della Piazza.
  • CAMPO SPORTIVO di via RONCO una struttura comunale da non abbandonare, alla quale dare nuova vitalità nel rispetto della sua destinazione sportiva, attraverso l’associazionismo attivo sul territorio e la collaborazione tra pubblico/privato.
  • CENTRO MOLINA uno spazio comunale da non dimenticare, all’ombra di nuove opere.

SVILUPPO E PIANIFICAZIONE TERRITORIALE:

partendo dal presupposto che il suo lo è una risorsa non rinnovabile, nel solco già tracciato dalla Regione Lombardia, sarà primaria la revisione del Documento di Piano. Nell’ottica della riduzione del consumo del suolo e l’incentivazione alla riqualificazione del patrimonio immobiliare esistente, con particolare riferimento ai centri storici, definiremo uno scenario territoriale il più possibile condiviso con la comunità. L’avvio di tale processo permetterà la rigenerazione di parti di territorio e fungerà da volano di attrattività e rinnovamento anche con riuso temporaneo del patrimonio edilizio